Terrorismo Legislativo

A prescindere da tutto il resto a Berlusconi bisogna dare atto di essere stato un innovatore nell politica e nella comunicazione ad essa correlata. Il suo essere ancora oggi un non-politico nella maniera più spregiudicata nonostante gli oltre 15 anni di carriera in un certo senso gli fa onore: è rimasto lo stesso, la politica non l’ha cambiato. Il problema è che era un piazzista ma soprattutto un delinquente fin dall’inizio. Uno che pur di realizzare i suoi scopi ricorre a qualsiasi mezzo in suo possesso. E proprio questo lo ha portato ad essere innovatore, introducendo una serie di comportamenti sconosciuti prima alla classe politica, vuoi per “pudore” vuoi per carenza di mezzi tecnici.

A questa categoria di innovazione vanno ascritte, tra le altre cose, l’utilizzo pesante dei media per fini di propaganda politica nel ’94 (a cui solo la par condicio ha messo un freno, seppur non efficacissimo), l’attacco diretto ai giornalisti che lo infastidivano (il famoso editto bulgaro ad esempio) e l’istigazione al boicottaggio nei confronti dei giornali ostili (come nel caso di repubblica), per citare solo gli esempi più evidenti. Forse non vi sembreranno grandi novità ma … avete in mente qualche altro politico che sarebbe stato in grado di farsi iniziatore di questi comportamenti? Ecco, appunto!

L’esempio più fulgido sono le leggi apertamente ad personam. Ed è proprio in relazione ad una di esse, il Lodo Alfano, che c’è stato un nuovo passo in avanti nella marcia verso il fondo: quello che io chiamo Terrorismo Legislativo. La storia ci insegna cos’è il terrorismo: con un atto violento io instillo il terrore nell’avversario indebolendolo e inducendolo a cedere alle mie richieste. Ed è, a mio avviso, esattamente questa la strategia messa in atto dopo la bocciatura del Lodo Alfano. L’atto violento, in questo caso è il ddl sul “processo breve” che sfascierebbe il già mal messo sistema giudiziario italiano. La minaccia di questo ddl ha già portato Fini e Casini su posizioni più miti e addirittura propositive su un nuovo lodo(vedi qui e qui), mentre in passato si erano dichiarati avversi, o quantomeno freddi, a quella soluzione. Resta solo da vedere cosa farà il PD. Ma finora, quando il PDL ha avuto bisogno di aiuto, raramente è venuto a mancare.

Annunci

~ di Gray su novembre 16, 2009.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: