Oltre al danno, la beffa

https://i2.wp.com/www.telegraph.co.uk/telegraph/multimedia/archive/01380/tents_laquila_1380872c.jpg

Da un articolo dell’8/4/2009 sul sito del Telegraph:

“Ancora non ci sono abbastanza tende per ospitare tutti gli sfollati e diverse persone hanno passato le ultime due notti dormendo nelle loro macchine, con serie difficoltà combattendo il freddo in una zona circondata da montagne coperte di neve.
[…]
Berlusconi avrebbe tentato di scongiurare lo sconforto, dichiarando all’emittente televisiva tedesca N-TV: “[gli sfollati] hanno tutto quello di cui hanno bisogno, hanno cure mediche, cibo caldo”; “Ovviamente le loro sistemazioni sono un po’ temporanee ma dovrebbero vederlo come un week-end di campeggio!
[…] più di 200 persone non hanno potuto trovare rifugio nei campi perché le tende erano già piene di gente.
“VERGOGNA!” ha gridato una donna in una delle tendopoli. ” La RAI dice che è tutto sotto controllo ma non possiamo nemmeno entrare nelle tende”.

Da un articolo del 9/4/2009 sul sito del Times:

“Se Berlusconi pensa che siamo tutti in vacanza in campeggio lo invito a fare a cambio” ha detto Vincenzo Breglia, fuori dalla sua tenda in un campo sportivo nella periferia de L’Aquila. “Può venire qui a dormire e io faccio il Primo Ministro. Vediamo quanto gli piace passare la notte a temperature congelanti e senza acqua calda”.
[…]
Giancarlo Fischione, un dipendente del Ministero delle Finanze con moglie e tre figli ha detto di non avere nemmeno una tenda. “Abbiamo dormito nella nostra auto da lunedì” ha detto amaramente. “Non ci sono abbastanza tende e conteiners”. Le affermazioni di Berlusconi lo hanno lasciato senza parole, ha detto.

Da un articolo dell’8/4/2009 sul sito del giornale tedesco “Die Zeit”:

Il Primo Ministro italiano paragona l’area della catastrofe ad un campeggio. Ciò non è solo penoso, ma il presidente infierisce sull’appello della sua terra.

Si è pensato: finalmente ci è riuscito. Finalmente è’ diventato il sovrano che si preoccupa.
Il dolore nella zona colpita dal terremoto, le lacrime di coloro che hanno perso figli e figlie, padri e madri sono arrivati al cuore di Silvio Berlusconi. Si è recato più volte a L’Aquila come un uomo di Stato, come l’uomo compassionevole.

E poi? Cosa è successo? All’improvviso dice alle telecamere della televisione che a quelle persone lì
sulle montagne non manca nulla. C’è tutto ciò di cui hanno bisogno, cibo caldo e assistenza medica.
“Bisogna considerarlo come un fine settimana in campeggio”.

E’ di nuovo il campione di tutte le gaffe. Non ha imparato niente. Niente, nemmeno la morte nelle macerie gli impedisce di pronunciare espressioni penose, innumerevoli come i granelli di sabbia del litorale adriatico.

Esempio: Che in Italia non si possano proprio evitare le violenze sessuali “perché le nostre donne sono troppo belle”. Esempio: dopo una seduta politica stressante e tre ore di sonno “mi lancerei  proprio in altre tre ore di sesso”.

Così parla il Primo Ministro di uno dei paesi più importanti d’Europa! E parla in questo modo apertamente! In ogni occasione. Oppure si nasconde, come successo recentemente a Trieste, dietro una colonna e non appena la sua collega Merkel passa, fa “cucù”.

No non ce l’ha fatta. A 73 anni si comporta ancora come durante gli anni della gioventù quando era presentatore di varietà sulle navi da crociera e cantava.

In realtà l’aggettivo “penoso” è troppo debole per descrivere ciò che Berlusconi mette in tavola. In realtà compie il reato di comportamento lesivo per lo Stato. Fa vincere al suo paese  il premio per la simpatia grazie alle sue “clownerie” e intanto diffama l’Italia.

(Trad. by Renée)

Non riesco ad esprimere il mio sdegno. Per la mancanza di sensibilità di Berlusconi, per le bugie, per il silenzio della RAI, e di tutti gli altri media italiani. Sono senza parole. Poveri abruzzesi: oltre al danno …

Annunci

~ di Gray su aprile 9, 2009.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: